NOVE IMPORTANTI DIPINTI PER IL MUSEO D'ARTE CONTEMPORANEA DI TROINA

NOVE IMPORTANTI DIPINTI PER IL MUSEO D'ARTE CONTEMPORANEA DI TROINA

Nove nuovi dipinti, dell’arte italiana del Novecento, andranno a incrementare la collezione del nascente Museo d’arte contemporanea di Troina, che sorgerà nei locali dell’ex Convento del Carmine. Ad effettuare la donazione al Comune, gli eredi del commercialista Gino De Agrò, cittadino troinese vissuto a Milano, appassionato di arte moderna e contemporanea che, nell’arco della sua vita, ha collaborato con diverse gallerie d’arte del capoluogo lombardo, raccogliendo varie opere di pittori del Novecento, che ha anche sostenuto personalmente per renderli affermati. La famiglia, a otto anni dalla sua scomparsa, venuta a conoscenza delle iniziative artistiche e culturali della città ed in virtù del suo forte legame con il paese natio, cui donò significative somme per l'acquisto del bus navetta urbano del Comune e per la realizzazione del portone in bronzo della Chiesa Madre, ha pertanto deciso di consegnare alla comunità troinese una parte significativa della propria collezione artistica. “Le opere d’arte donate dalla Famiglia De Agrò – spiega lo storico dell’arte e direttore del Museo d’arte contemporanea di Troina Paolo Giansiracusa - , rappresentano in termini tecnici ed espressivi uno dei momenti più significativi dell’arte italiana del Novecento. Con esse la collezione, avviata attraverso il sistema delle donazioni, completa la parte pittorica dedicata al delicato momento di passaggio dalle avanguardie storiche a quelle del nostro tempo. I dipinti, tra l’altro di considerevole valore economico, portano a Troina quella ventata di rinnovamento artistico contemporaneo certamente utile alla cittadinanza, alla popolazione residente nel territorio nebrodense e in particolare ai giovani”. Tra i nove dipinti della famiglia De Agrò, figurano infatti opere di Pippo Oriani e Remo Brindisi che, insieme a quelle già acquisite con le donazioni di artisti di fama nazionale e internazionale come Pippo Caruso, Angelo Cassia, Domenico Difilippo, Cesare Di Narda, Giovanni Migliara, Salvo Monica, Sebastiano Milluzzo, Nunzio Sciavarrello, Filippo Scimeca, Paolo Scirpa, Armando Tantillo, Togo, Nunzio Urzì, Girolamo Ciulla e altri ancora, andranno a incrementare la raccolta, che avrà la funzione di raccontare, attraverso la pittura, la scultura e la grafica, la storia delle arti visive del Novecento, con particolare riferimento alla Sicilia. “Siamo onorati di ricevere in donazione queste importanti opere che arricchiranno notevolmente la nostra collezione museale – aggiunge il sindaco Fabio Venezia- e che contribuiranno ad onorare la memoria del compianto dottor Gino De Agrò, che era molto legato alla nostra comunità. A questo proposito, è nostro intendimento intitolargli una sala espositiva del nostro Museo. Un grazie sentito alla famiglia De Agrò, per questo grande atto di generosità nei confronti di Troina”.

Pubblicata: 05/02/2019 - Ufficio Stampa

Data inizio: - Data scadenza: