BULLISMO:IL SINDACO SCRIVE AL PRIMO CITTADINO E AL QUESTORE DI CATANIA PER SEGNALARE GLI EPISODI DI VIOLENZA SUBITI DALLE SCOLARESCHE

BULLISMO:IL SINDACO SCRIVE AL PRIMO CITTADINO E AL QUESTORE DI CATANIA PER SEGNALARE GLI EPISODI DI VIOLENZA SUBITI DALLE SCOLARESCHE

“Chiedo di intervenire rafforzando l’attività di prevenzione, affinchè simili episodi non possano più accadere a altre scolaresche in visita nella città etnea e al fine di evitare anche ricadute negative sul turismo scolastico della città”.
Con queste parole - in una missiva inviata congiuntamente al sindaco di Catania Enzo Bianco e al questore della città etnea Marcello Cardona - il primo cittadino Fabio Venezia ha segnalato il grave episodio di violenza di cui sono stati vittime venerdì scorso studenti e insegnanti della scuola media “Don Bosco”, aggrediti in piazza Dante a pallonate e insulti da una baby gang del quartiere, mentre uscivano dall’ex monastero dei Benedettini in cui erano andati in visita scolastica.
“L’episodio purtroppo non è isolato – prosegue la lettera – dato che nello scorso mese di novembre un’altra scolaresca in gita a Catania ha subito analoghe violenze verbali e fisiche nei pressi della villa Bellini, a seguito delle quali uno studente ha riportato lievi ferite. Condanniamo fermamente questi episodi e auspichiamo interventi urgenti per reprimere queste forme di bullismo e di violenza”.
A informare il sindaco Fabio Venezia su quanto accaduto venerdì 15 e sollecitare un intervento delle istituzioni, l’assessore alla pubblica istruzione Melina Impellizzeri, aggredita insieme ai 27 studenti che accompagnava in veste di docente di lettere della Don Bosco.
“È stata un’esperienza traumatica e poco piacevole – ha dichiarato l’assessore Impellizzeri - , che speriamo non accada mai più a nessuno. Auspichiamo una presenza delle istituzioni e delle forze dell’ordine più assidua a supporto delle scuole, perché riteniamo la cultura uno stimolo sia per i ragazzi che per noi insegnanti, nonché una risorsa turistica per una città come Catania”.

Pubblicata: 20/01/2016 - Ufficio Stampa

Data inizio: - Data scadenza: