TURISMO: CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER LE SCUOLE CHE ORGANIZZANO GITE A TROINA

TURISMO: CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER LE SCUOLE CHE ORGANIZZANO GITE A TROINA

Un contributo di 250 euro per ciascun pullman di almeno 52 posti e di 8 euro a persona per ogni pernottamento in alberghi, bed & breakfast e altre strutture ricettive presenti nel territorio comunale.
A tanto ammontano gli incentivi messi a disposizione dall’amministrazione comunale a tutti quegli istituti scolastici sia pubblici che parificati, di ogni ordine e grado, che intendano organizzare gite a Troina in occasione di mostre allestite e eventi culturali organizzati dal Comune.
“Anche questa iniziativa – ha spiegato il sindaco Fabio Venezia – si inserisce nell’ambito del vasto progetto di rilancio e valorizzazione turistico - culturale del nostro territorio, cui stiamo lavorando sin dall’inizio del nostro mandato. Troina dispone di un patrimonio ambientale, naturalistico, storico e architettonico di grande valore, in grado di attrarre flussi turistici con relative ricadute per l’economia non indifferenti e le scuole, in tal senso, rappresentano una risorsa e una potenzialità da incentivare e sostenere, per le quali abbiamo stanziato un apposito capitolo di bilancio di 25 mila euro”.
Alle scuole che ne facciano espressa richiesta - oltre al contributo per le spese di trasporto del pullman - verrà inoltre concesso un servizio di accompagnatore o guida turistica, nel caso in cui l’organizzazione della gita preveda un pranzo o una cena in una struttura di ristorazione locale.
“Dopo l’esperienza della mostra di Robert Capa l’anno scorso che ha portato in città ben 93 istituti scolatici provenienti da tutta la Sicilia – ha aggiunto l’assessore alla pubblica istruzione Carmela Impellizzeri - , abbiamo deciso di dare vita a questa nuova opportunità di rilancio per il nostro territorio, che è anche una forma di sostegno alle numerose famiglie che per motivi economici sono impossibilitate a mandare i propri figli in gita. Troina merita di essere conosciuta e vogliamo che i più piccoli e le giovani generazioni siano i primi a farlo”.

Pubblicata: 06/04/2016 - Ufficio Stampa

Data inizio: - Data scadenza: