RIFIUTI: IL SINDACO DIFFIDA L'ATO ENNAEUNO A PROVVEDERE CON URGENZA A RIATTIVARE LA RACCOLTA

RIFIUTI: IL SINDACO DIFFIDA L'ATO ENNAEUNO A PROVVEDERE CON URGENZA A RIATTIVARE LA RACCOLTA

Cassonetti stracolmi di immondizia, raccolta porta a porta inesistente e tonnellate di rifiuti solidi urbani presenti nel territorio comunale.
Uno spettacolo indecoroso e un grave rischio per la sicurezza e l’igiene pubblica, incrementato dalle alte temperature degli ultimi giorni, opportunamente corredato e documentato da un apposito report fotografico.
Sono le motivazioni alla base delle missiva inviata dal sindaco Fabio Venezia e dall’assessore al ramo Fabio Siciliano al commissario straordinario dell’Ato EnnaEuno Eugenio Amato, al collegio di liquidazione, al dirigente Salvatore Rindone e al responsabile dell’area nord Paolo Parisi, con la quale si invita la società a riattivare integralmente e con la massima urgenza la raccolta e il trasporto dei rifiuti presenti sul territorio comunale e a predisporre altresì tutte le contromisure necessarie affinché il disservizio non si ripeta.
“Ormai da diversi giorni – ha spiegato il sindaco Fabio Venezia - , la gestione del servizio rifiuti lascia molto a desiderare. I cassonetti rimangono per giorni pieni di immondizia e la raccolta porta a porta non viene effettuata con regolarità. Abbiamo più volte sollecitato l'Ato rifiuti, ma non abbiamo ricevuto alcuna risposta. Se non è più nelle condizioni di poter gestire il servizio, che ce lo dica chiaramente".
Negli ultimi giorni, il servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti non è infatti stato svolto adeguatamente a causa dell’assenza dei mezzi idonei alla raccolta e al trasporto dei rifiuti, che sono rimasti accumulati sul territorio comunale.
L’Ato EnnaEuno, che in gestione commissariale è tenuta a assicurare la continuità e l’economicità della gestione del servizio di gestione integrata dei rifiuti nei comuni facenti parte dell’Ambito Territoriale di appartenenza, non solo non ha fatto pervenire alcuna comunicazione all’Ente in merito all’interruzione del servizio, ma non ha nemmeno risposto ai numerosi solleciti.
Il Comune inoltre, da tempo, ha opportunamente segnalato la deficitarietĂ  dei mezzi utilizzati nel cantiere di Troina che consentono di effettuare un servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani parzialmente efficiente.
“L’interruzione del servizio da parte da parte dell’Ato e le relative inadempienze – ha proseguito il primo cittadino - , non solo sono reiterate, ma hanno determinato l’accumulo di diverse tonnellate di rifiuti in città, comportando serie problematiche per l’igiene e la salute pubblica. Chiediamo con forza che intervengano al più presto, o procederemo secondo le normative previste dalla legge”.


Pubblicata: 21/04/2016 - Ufficio Stampa

Data inizio: - Data scadenza: