OASI: SODDISFATTO IL SINDACO PER VOTO ALL'ARS DELL'EMENDAMENTO SULLE FUNZIONI ASSISTENZIALI

OASI: SODDISFATTO IL SINDACO PER VOTO ALL'ARS DELL'EMENDAMENTO SULLE FUNZIONI ASSISTENZIALI

“Il risultato raggiunto ieri è frutto di uno sforzo corale di tanti cittadini, famiglie e lavoratori, che hanno sostenuto con impegno e determinazione la battaglia che abbiamo sostenuto a partire dalla manifestazione del 17 febbraio scorso a Palermo. Con questo provvedimento legislativo, nei prossimi tre anni, arriveranno nelle casse dell’Oasi ben 12 milioni di euro che consentiranno all’Istituto di raggiungere un equilibrio e una serenità finanziaria non indifferente. Adesso occorre tenere alta l’attenzione e continuare con impegno e perseveranza per dirimere le altre problematiche ancore irrisolte”.
Sono le parole del sindaco Fabio Venezia all’indomani dell’approvazione definitiva all’Assemblea Regionale Siciliana dell’emendamento sulle funzioni assistenziali dell’Oasi Maria Santissima di Troina, che in questi mesi ha visto il primo cittadino, insieme a tutta l’amministrazione e al consiglio comunale, lavorare in prima fila a sostegno dell’Istituto, dei dipendenti e delle famiglie degli ospiti disabili.
“Un sentito ringraziamento – prosegue il sindaco Venezia – va in particolare a Mario Alloro, a Giuseppe Di Giacomo e a tutti i deputati che si sono fatti carico di risolvere concretamente il problema, al presidente della Regione Rosario Crocetta, agli assessori Gianluca Miccichè e Baldo Gucciardi e a tutti i parlamentari dei diversi schieramenti politici che hanno sostenuto l’iter parlamentare. Grazie anche a tutti i sindacati, sia aziendali che provinciali e regionali, per il grande senso di responsabilità dimostrato nonostante il momento di forte disagio e a tutti i sindaci del territorio che hanno seguito e sostenuto in più occasioni la delicata vicenda”.
Il voto di ieri in aula a Palermo, impegna infatti l’Assessorato Regionale della Famiglia e delle Politiche Sociali e della Salute a rinnovare per il triennio 2016/2018 la convenzione, scaduta nel 2012, che riconosce e remunera all’Irccs le somme per le funzioni assistenziali erogate a favore degli utenti.
“Continueremo a sostenere con impegno l’Oasi e i suoi dipendenti – conclude il primo cittadino - , che più di tutti in questi mesi hanno patito le conseguenze della grave crisi finanziaria attraversata dall’Istituto. Occorre adesso, tutti insieme, gettare le basi per la costruzione di una programmazione che vada verso una crescita che possa garantire un futuro più sereno e sicuro per tutti”.

Pubblicata: 05/05/2016 - Ufficio Stampa

Data inizio: - Data scadenza: