APPROVATO IL PROTOCOLLO D'INTESA CON IL MUSEO ITALIANO DEL RISORGIMENTO DI TORINO PER LA REALIZZAZIONE DI UNO SPAZIO MUSEALE A TROINA

APPROVATO IL PROTOCOLLO D'INTESA CON IL MUSEO ITALIANO DEL RISORGIMENTO DI TORINO PER LA REALIZZAZIONE DI UNO SPAZIO MUSEALE A TROINA

Sarà siglato a breve, tra il sindaco Fabio Venezia e il presidente del Museo Nazionale del Risorgimento Italiano di Torino Umberto Levra, il protocollo d’intesa per la realizzazione a Troina di un museo sul Risorgimento siciliano.
Dopo la donazione in comodato d’uso gratuita al Comune, da parte della famiglia Russo, del carteggio e dei cimeli del loro avo, il patriota Francesco Schifani, esponente di spicco del movimento carbonaro e massonico siciliano in stretto contatto con gli esponenti più importanti del Risorgimento italiano, in primis Giuseppe Garibaldi e Giuseppe Mazzini, e la promozione di una borsa di studio di 10 mila euro per i giovani ricercatori italiani che studieranno l’archivio del cospiratore troinese, arriva al primo cittadino il placet della giunta a mettere in campo le risorse e la cooperazione necessaria per la realizzazione del progetto.
"Un altro importante passo in avanti – ha commentato il sindaco Fabio Venezia - per la realizzazione di uno spazio museale sul Risorgimento siciliano e sulla figura del nostro patriota Francesco Schifani. La collaborazione e il prezioso supporto scientifico del Museo Nazionale del Risorgimento ci consentiranno di fare un ottimo lavoro".
Duplice la finalità dell’accordo che, accanto alla finalità di valorizzare la storia del Risorgimento siciliano attraverso una delle figure di spicco quale quella del patriota troinese Schifani, coniuga l’obiettivo programmatico perseguito dall’amministrazione comunale di rilancio culturale e turistico della città, attraverso la valorizzazione dei beni culturali e l’organizzazione di mostre e eventi in grado di attirare notevoli flussi di visitatori provenienti da fuori porta.
Il protocollo d’intesa, che sarà sottoscritto per la durata di 3 anni, impegna ambo le parti a collaborare, trasmettendosi le informazioni e adottando gli atti e le reciproche competenze istituzionali necessarie.
Il Comune, oltre a mettere a disposizione un immobile idoneo a ospitare il museo e il proprio personale dipendente, inserirĂ  nel proprio bilancio un apposito capitolo di spesa per far fronte alle spese che si renderanno necessarie, oltre a reperire ulteriori forme di finanziamento.
Il Museo Nazionale del Risorgimento Italiano di Torino invece, sosterrà con iniziative culturali la divulgazione della conoscenza della storia del Risorgimento siciliano, con particolare riferimento alla figura del patriota Francesco Schifani, e valuterà la possibilità di mettere a disposizione del Comune reperti o copie degli stessi, per arricchire l’esposizione del futuro spazio museale troinese.

Pubblicata: 27/05/2016 - Ufficio Stampa

Data inizio: - Data scadenza: