SOSTEGNO PER L'INCLUSIONE ATTIVA: AL VIA, DA SETTEMBRE, LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

SOSTEGNO PER L'INCLUSIONE ATTIVA: AL VIA, DA SETTEMBRE, LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

A partire dal 2 settembre prossimo, presso l’ufficio comunale dei Servizi Sociali, sarà possibile presentare istanza per accedere al Sostegno per l’inclusione attiva (SIA).
Si tratta di una misura nazionale di contrasto alla povertà, prevista dal decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, che prevede l’erogazione, tramite l’INPS, di un sussidio economico alle famiglie in condizioni economiche disagiate il cui ISEE non superi i 3 mila euro annuali e nelle quali almeno un componente sia minorenne, oppure sia presente un figlio disabile o una donna in stato di gravidanza accertata.
“Siamo stati solerti nel recepire la normativa nazionale – ha spiegato l’assessore alle politiche sociali Giuseppe Macrì - , proprio per prevenire e sostenere il grave disagio sociale che, purtroppo, attanaglia molti nuclei familiari dei piccoli comuni dell’entroterra siciliano come il nostro. L’obiettivo è quello di svincolare a tal proposito apposite risorse dal bilancio comunale, in modo da sostenere attivamente i nostri concittadini in difficoltà”.
Il Sostegno per l’inclusione attiva, è infatti volto a contrastare il fenomeno della marginalità estrema e dei senza dimora e della povertà educativa e alimentare derivante dalla mancanza di lavoro.
Il sussidio, è subordinato a un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa predisposto dai servizi sociali del Comune, in rete con i servizi per l’impiego, i servizi sanitari, le scuole, soggetti privati e enti no profit.
A tal proposito, il Comune attiverà un sistema coordinato di interventi e servizi di assistenza finalizzati a aiutare le famiglie a uscire dalla condizione di povertà e riconquistare l’autonomia.
I nuclei familiari beneficiari, dovranno aderire ad un progetto di attivazione sociale e lavorativa personalizzato per ciascun richiedente, costruito sulla base di una valutazione globale delle problematiche e dei bisogni di tutti i componenti del nucleo familiare, che prevede inoltre un patto tra servizi e famiglie, attraverso la reciproca assunzione di responsabilitĂ  e di impegni.
Le attività potranno riguardare la ricerca attiva di lavoro, l’adesione a progetti di formazione, la frequenza e l’impegno scolastico, la prevenzione e la tutela della salute.
Il Sostegno per l’inclusione attiva è rivolto ai cittadini italiani, comunitari e stranieri, purché col permesso di soggiorno di lungo periodo e residenti in Italia da almeno due anni.
Non sono ammessi coloro invece che beneficiano di altri trattamenti economici superiori ai 600 euro mensili e che godono di strumenti di sostegno al reddito per disoccupati.
“Il sussidio – spiega l’assessore Macrì – ha durata annuale e verrà erogato ogni 2 mesi, attraverso una carta di pagamento elettronica con cui si possono effettuare acquisti in tutti i supermercati, i negozi alimentari e le farmacie abilitati al circuito Mastercard. La carta può essere anche utilizzata negli uffici postali per pagare le bollette elettriche e del gas. L'importo varia dagli 80 ai 400 euro mensili a seconda del numero dei componenti il nucleo familiare”.

Pubblicata: 18/08/2016 - Ufficio Stampa

Data inizio: - Data scadenza: