PROGETTO “CASA DELL’ACQUA”: INSTALLATI  DUE DISTRIBUTORI AUTOMATICI PUBBLICI PER L’EROGAZIONE IDRICA A COSTI SIMBOLICI

PROGETTO “CASA DELL’ACQUA”: INSTALLATI DUE DISTRIBUTORI AUTOMATICI PUBBLICI PER L’EROGAZIONE IDRICA A COSTI SIMBOLICI

Installate in via Silvestro Graziano e in via Vittorio Emanuele - rispettivamente nei pressi della scuola elementare plesso “Borgo” e vicino l’ex Convento delle Suore del Carmine - le due “Casa dell’acqua” per l’erogazione di acqua potabile a km 0 alla cittadinanza.
L’iniziativa, fortemente voluta dall’amministrazione comunale nell’ambito delle politiche e energetiche e di risparmio e riduzione dei rifiuti, e’ stata realizzata in collaborazione con Siciliacque che gestisce l’impianto di potabilizzazione comunale e che – su espressa richiesta del sindaco Fabio Venezia – ha acquistato i due impianti e li ha donati al Comune.
I due distributori saranno infatti alimentati direttamente dall’acquedotto comunale e erogheranno acqua liscia e frizzante, refrigerata e purificata dai residui chimici, attraverso un accurato sistema di microfiltrazione e sterilizzazione a costi simbolici.
Il costo di una bottiglia di acqua naturale da 1,5 litri sarà di 5 centesimi di euro, mentre quello dell’acqua gassata – sempre purificata e refrigerata e in bottiglia da 1,5 litri – ammonterà a 10 centesimi di euro.
“Si tratta di un’iniziativa dal grande valore educativo – ha spiegato il sindaco Fabio Venezia - , ma anche ecologico e sociale, che consentirà ai nostri concittadini di promuovere comportamenti ecosostenibili. E’ nostra intenzione legare l’erogazione dell’acqua a un meccanismo di incentivazione diretta della raccolta differenziata, creando così un meccanismo virtuoso. Chi effettua la differenziata, attraverso un’apposita card, potrà infatti prelevare gratuitamente l’acqua e ottenere quindi un doppio risparmio”.
L’erogazione dell’acqua, avverrà tutti i giorni dalle ore 5.00 alle ore 24.00.
Per accedere al servizio occorre un’apposita carta prepagata che sarà distribuita dal Comune o, in alternativa, semplici monete da 5, 10, 20 e 50 centesimi oppure 1 euro.
La carta si ricarica direttamente nella “Casa dell’acqua”, inserendo le monete nell’apposita gettoniera.
L’accesso sarà libero e consentito a tutti e per il prelievo e’ consentito l’utilizzo di bottiglie, preferibilmente in vetro.
“Grazie alla sponsorizzazione di Siciliacque che ha investito 30 mila euro in questo progetto – ha proseguito il primo cittadino – abbiamo realizzato due strutture che oltre a dare beneficio alla comunità, dato che l’acqua e’ un bene pubblico e primario, ci porteranno anche a dei benefici ambientali e economici. E’stato stimato che in un anno una casa dell’acqua mediamente consente un risparmio di circa 90 mila euro per le famiglie che la acquistano e limita la produzione di 14 tonnellate di plastica e pet e di 33 mila kg di petrolio per la produzione delle bottiglie di plastica. Senza contare poi che la gestione degli impianti, non andando ai privati, sarà effettuata direttamente dal Comune ”.
L’inaugurazione delle due “Casa dell’acqua”, che vedrà la partecipazione dell’amministrazione e dei vertici societari di Siciliacque, e’ prevista per venerdì prossimo 17 settembre alle ore 11.00.

Pubblicata: 10/09/2015 - Ufficio Stampa

Data inizio: - Data scadenza: