IL SINDACO CHIEDE L'INSERIMENTO DELL'AMMODERNAMENTO DELLA SS 575 NELL'ACCORDO DI PROGRAMMA QUADRO DELLA VIABILITA' SICILIANA

IL SINDACO CHIEDE L'INSERIMENTO DELL'AMMODERNAMENTO DELLA SS 575 NELL'ACCORDO DI PROGRAMMA QUADRO DELLA VIABILITA' SICILIANA

Inserire la progettazione dell’ammodernamento della Strada Statale 575 nell’Accordo di Programma Quadro di trasporto stradale della viabilità siciliana. È la richiesta avanzata dal sindaco Fabio Venezia al Presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, all’Assessore Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità Marco Falcone, al Dirigente Generale del Dipartimento Regionale delle Infrastrutture, della Mobilità e dei Trasporti Fulvio Bellomo e al responsabile del Coordinamento Territoriale Sicilia dell’Anas Valerio Mele. “Siamo impegnati da tempo per migliorare la viabilità stradale e provinciale del nostro territorio – spiega il primo cittadino – e importanti risultati si sono già ottenuti sul fronte degli interventi di manutenzione. Occorre, però, pensare a un progetto più organico di ammodernamento della viabilità. Abbiamo già avuto diversi e positivi incontri con i vertici dell’Anas e dell’Assessorato regionale alle Infrastrutture e contiamo presto di ricevere buone notizie”. A sollecitare l’intervento del sindaco, le precarie condizioni di fruibilità e sicurezza dell’asse viario che collega diversa comuni dell’ex Provincia di Enna e dell’entroterra messinese con la città etnea, quotidianamente interessata da notevoli flussi di traffico, e la mancanza di interventi di messa in sicurezza e ammodernamento, nei tratti di montagna, consoni ai nuovi standard della viabilità statale. Condizioni che precipitano ulteriormente nella stazione invernale e costituiscono purtroppo un forte elemento di isolamento, declino demografico e sottosviluppo per l’intera area dell’entroterra siciliano, che presentano invece notevoli potenzialità socio-economiche sul fronte del turismo, dell’artigianato e della salute. “La programmazione dei nuovi Fondi comunitari 2014-2020 – prosegue Venezia - offre l’opportunità di rendere fattibile una strategia che, attraverso azioni private e pubbliche e alle politiche nazionali, può segnare il cambiamento di rotta contro lo spopolamento del territorio, attirare investimenti e creare sviluppo, attraverso le potenzialità turistiche ed alimentari e la valorizzazione delle risorse naturalistiche e dei beni culturali”.

Pubblicata: 09/08/2018 - Ufficio Stampa

Data inizio: - Data scadenza: