NUOVI OBBLIGHI E DIVIETI NEL PIANO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA

NUOVI OBBLIGHI E DIVIETI NEL PIANO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA

Nuovi obblighi, divieti e un apposito calendario di conferimento dei rifiuti anche per le utenze non domestiche. È quanto dispone la nuova ordinanza del sindaco Fabio Venezia, in merito all’attivazione del piano della raccolta differenziata nel centro urbano, per regolamentare il servizio in vista dell’approssimarsi della stagione invernale e contrastare l’abbandono dei rifiuti. I titolari delle utenze non domestiche, potranno infatti conferire i propri rifiuti, attraverso il sistema di raccolta “porta a porta”, in sacchetti colorati per diverse tipologie di materiali, da posizionare all’interno dei mastelli, collocati fuori dall’uscio della propria attività, dalle ore 22.00 alle ore 6.00, secondo il seguente calendario: lunedì, mercoledì e sabato, umido; martedì e giovedì, plastica; mercoledì e sabato, vetro e lattine; venerdì, carta e legno; martedì e giovedì, imballaggi in cartone; lunedì e venerdì, secco indifferenziato. Invariati invece, il calendario e le modalità di raccolta per le utenze domestiche, mentre gli utenti residenti fuori dal centro abitato, dovranno conferire i propri rifiuti all’interno dell’isola ecologica di Pizzo San Pietro, nei rispettivi orari di apertura. È vietato: conferire rifiuti differenziati all’interno di sacchetti di colore nero o di altro colore; conferire rifiuti con modalità e orari difformi da quelli previsti; conferire rifiuti al di fuori dei mastelli; conferire sacchetti con lacci e corde sospese dai balconi; posizionare il mastello in modo perenne davanti la propria abitazione; posizionare il mastello sulla via pubblica al di fuori degli orari di conferimento; depositare rifiuti nel piazzale antistante l’isola ecologica; depositare rifiuti all’interno dell’isola ecologica negli orari di chiusura; gettare i sacchetti di rifiuti nei cestini “getta carte”; abbandonare e depositare in modo incontrollato rifiuti nel suolo e nelle acque. Chiunque violi i seguenti divieti, sarà punito con una sanzione compresa tra i 25 e i 500 euro, così come i titolari delle utenze domestiche e non domestiche e gli utenti residenti fuori dal centro abitato, che non rispetteranno gli orari e le modalità di conferimento dei rifiuti previsti dai rispettivi calendari. Una multa da 300 a 3 mila euro, sarà invece elevata per coloro che abbandonino rifiuti pericolosi sul suolo e sulle acque: qualora i violatori del divieto siano titolari di imprese e responsabili di Enti, è previsto l’arresto da 3 mesi a 1 anno o un’ammenda da 2 mila 600 a 26 mila euro, se si tratta di rifiuti non pericolosi; arresto da 6 mesi a 2 anni o un’ammenda da 2 mila 600 euro a 26 mila euro, se si tratta di rifiuti pericolosi. “Di concerto con la Società Troina Ambiente srl – spiega l’assessore alla gestione dei rifiuti Giuseppe Schillaci - , abbiamo individuato alcune criticità e introdotto delle regole di valenza generale e particolarmente importanti con l’arrivo della stagione invernale, per garantire maggiore decoro e pulizia alla città. L’ordinanza non vuole avere uno scopo punitivo, in quanto le sanzioni saranno applicate dopo una stringente fase di sensibilizzazione e informazione pubblica. La lotta invece contro gli incivili e chi abbandona i rifiuti, continuerà senza tregua”.

Pubblicata: 15/10/2018 - Ufficio Stampa

Data inizio: - Data scadenza: